ANOTHER WAY – funded by the Erasmus+ Programme

“Assorbito nella contemplazione della bellezza sublime, la vedevo da vicino, la toccavo, per così dire” -(Stendhal). Non è totalizzante come per Stendhal, ma anche per noi l’Arte è un’esperienza che ci modifica interiormente. Il progetto vuole realizzare una maxi sperimentazione di un metodo “didattico” ideato per supportare i disabili visivi a fruire di itinerari culturali o paesaggistici. Un metodo che si realizza nell’accompagnare educatori, animatori giovanili ad acquisire gli strumenti utili per rendere un sevizio specializzato ai disabili della vista.

Il progetto “Another Way” intende ridare pari dignità agli altri sensi e sperimentare una metodologia innovativa di inclusione sociale che consenta ai giovani non vedenti di fruire delle bellezze culturali e paesaggistiche del territorio. La metodologia prevede la strutturazione di un percorso sensoriale che utilizzi tutti i sensi, ad eccezione della vista. Attraverso il tatto, il gusto, l’udito si racconta il territorio servendosi di metafore e similitudini per far percepire il reale e fruire di un’esperienza unica.

Il progetto realizza un partenariato trasversale al settore sociale e turistico, coinvolgendo enti in possesso di competenze complementari tra loro che toccano i settori della formazione, sociale, educazione dei giovani e turismo. Un mix tra pubblico e privato in grado di realizzare a livello transnazionale innovazione e strategie condivise per supportare i disabili visivi in percorsi di fruibilità del territorio. A corollario delle attività è prevista anche un’azione di formazione di breve durata dedicata al target educatori e animatori giovanili under 30.

Le attività di progetto si sviluppano lungo due canali:

1) formazione di 40 animatori giovanili/educatori: 1) formazione e-learning a distanza con supporto dei trainer in ogni stato; 2) Trasnational Learning;

2) ideazione dei percorsi e sperimentazione del metodo (nei percorsi di formazione sono coinvolti 32 giovani disabili visivi e 28 giovani non disabili).

3) condivisione del metodo, stesura dell’Handbook e validazione.

Il progetto realizza 3 output intellettuali finalizzati ad implementare le competenze di giovani animatori ed educatori.

Il progetto intende coinvolgere una pluralità di target.

  • Giovani normodotati (animatori giovanili ed educatori) in un percorso di formazione finalizzato ad implementare le loro competenze, ma anche a renderli maggiormente sensibili e aperti verso le problematiche connesse alla disabilità visiva.
  • Giovani ipovedenti nella sperimentazione del metodo all’interno dei singoli stati partner con l’obiettivo di realizzare un primo momento di applicazione del metodo in altri contesti e per realizzare contestualmente un momento di integrazione e inclusione sociale.
  • Famiglie, organizzazioni e skateholder in un percorso di crescita culturale e sociale con l’obiettivo di renderli maggiormente consapevoli delle criticità e della necessità di interagire per superare ostacoli alla inclusione sociale favorendo processi di integrazione.
  • Organizzazioni partner sono coinvolte in una rete qualificata con l’obiettivo condividere metodi, approcci, opinioni e soluzioni per rendere la società europea inclusiva, sviluppata e innovativa.

L’impatto sul piano locale – sociale si sviluppa lungo varie direttici:

  • Miglioramento delle competenze (con apposito sviluppo di un percorso di formazione breve TL).
  • Miglioramento dei servizi per i disabili visivi.
  • Miglioramento della integrazione sociale.
  • Miglioramento della qualità della vita dei disabili e empowerment.
  • Miglioramento della fruibilità del territorio.

L’impatto sul piano europeo si sviluppa lungo le seguenti linee:

  • Miglioramento dei rapporti internazionali tra soggetti che operano nei settori interessati dal progetto: turismo, sociale, disabilità.
  • Condivisione di nuovi processi e metodi di inclusione sociale.
  • Amplificazione della valenza e dei risultati di progetto.
  • Realizzazione di una sperimentazione in grado di produrre effetti moltiplicatori.